Dario Picariello

Dario Picariello, Errante #10, 2014, stampa fotografica a getto d'inchiostro su carta Hahnemühle 210 g, 74.5 x 104.5 cm, edizione 1/5 + 1 P.A.

Dario Picariello, Errante #10, 2014, stampa fotografica a getto d’inchiostro su carta Hahnemühle 210 g, 74.5 x 104.5 cm, edizione 1di5 + 1 P.A.

Dario Picariello, Errante #10, 2014, stampa fotografica a getto d'inchiostro su carta Hahnemühle 210 g, 74.5 x 104.5 cm, edizione 1/5 + 1 P.A.

Slider

Dario Picariello nasce ad Avellino nel 1991, vive e lavora a Milano. Ha conseguito la laurea in Arti Visive presso l'Accademia di Belle Art di Urbino e il Master in Photography and Visual Design presso il NABA di Milano. 

Realizza i suoi scatti fotografici con l’uso dello staged photography. Utilizzando delle quinte installative muta l'aspetto di spazi ambientali ed architettonici, sfruttando così le potenzialità narrative e illusionistiche della fotografia. Ne risulta un linguaggio fotografico caratterizzato da oggetti e corpi, densi di mistero e suggestione.

Ogni scena viene attentamente costruita secondo una regia fotografica, ridotta in pochi elementi essenziali, che si svela attraverso immaginari ancestrali. Nei suoi scatti emerge l’approccio indagatorio nei confronti dello strumento fotografico, sfruttato per restituire una visione della realtà tra l’artificio e la fabula. Quello che ha sempre affascinato l’artista è la possibilità, attraverso uno studio antropologico, di poter fare rivivere un luogo con la sua storia e gli oggetti che vi sono sepolti. Il risultato è un ritratto ri-assemblato di un luogo ottenuto attraverso corpo, azione, fotografia. 

Tra i suoi progetti fotografici sono da citare Errante (2013) che nasce da una riflessione sul testo Sud e magia di Ernesto De Martino, attraverso cui Picariello ci restituisce uno scenario di personaggi in scene fantastiche ed inverosimili. Tra le mostre personali è da ricordare Mascarata, tenutasi presso la casa di Raffaello ad Urbino nel 2016 e incentrata sulle tradizioni etno-antropologiche dei festeggiamenti carnevaleschi. Nel 2018 si è tenuto il progetto A fuoco continuo, svolta presso il TRA Treviso Ricerca Arte di Treviso e culminato un una grande installazione site-specific. Tra le sue ultime collettive, 12 Artists of Tomorrow, a cura di Cesare Biasini Selvaggi presso la Mucciaccia Contemporary di Roma. 

2018 

A fuoco continuo, TRA, Trevisoricercaarte, Treviso, Italia

2017 

Officine dell'Umbria, Palazzo Lucarini, Trevi, Italia

2016 

Mascarata, Casa Raffaello, Urbino, Italia

2019 

12 ARTISTS OF TOMORROW, a cura di Cesare Biasini Selvaggi, Mucciaccia Contemporary, Roma, Italia

Scusate il disturbo, PAC, Padiglione di Arte Contemporanea, Milano, Italia

2018 

We all punk, Mare Culturale Urbano, Milano, Italia

La città del sole, Bocs Art, Cosenza, Italia

You Can Do It and You Must Do It, Villa delle Rose, Bologna, Italia

Here3, Cavallerizza Reale, Torino, Italia

2017 

Finalist at Premio Cramum, Museo del Duomo di Milano, Milano, Italia

2016 

Premio Francesco Fabri, Villa Brandolini,  Pieve di Solingo, Italia

To Happen, Palazzo Lucarini, Trevi, Italia

OFF Course Young Contemporary Art, The Dynastie, Bruxelles, Belgio

2015 

Codice Italia Academy, Palazzo Grimani, Venezia, Italia

Prix Italia 2015,  Sede generale R.A.I., Torino, Italia

AcademyNow, ME Vannucci, Pistoia, Italia

Corporeità, Palazzo Monchi Zamperoli, Cagli, Italia

Nutrimentum, Fortezza Borbonica, Civitella, Italia

Vincitore - La Muta del III Millennio, Casa Raffaello, Urbino, Italia

2014 

Nuove identità, Palazzo Ducale, Urbino, Italia

Artefatto, Crossing over, Museo Commerciale, Trieste, Italia

Premio Internazionale Limen Arte, Palazzo, Vibo Valencia, Italia

2013 

Sankta Sango, Castel dell’Ovo e PAN, Napoli, Italia

Vincitore - Premio acquisto Piero Guidi, Urbino, Italia

2012 

Random28, Sale del Castellare, Palazzo Ducale Urbino, Italia

Porta Pia Open Academy and Residence, Porta Pia Ancona, Italia

Expo Arte Bar, Fiera del Levante, Bari, Italia